LO SAI CHE…?

L’aereo dei record per una fune da record

Nel corso degli anni le nostre funi speciali di acciaio sono state richieste, per la loro alta tecnologia, in diversi angoli del globo.

Dalle vette delle montagne alle profondità marine, l’utilizzo di trasporti eccezionali ha reso possibile far giungere a destinazione i nostri prodotti nei luoghi più disparati e nei tempi attesi.

Tra i primi trasporti eccezionali che vogliamo ricordare c’è quello del giugno 2006, quando una bobina di ben 68 tonnellate ha letteralmente preso il volo, per riuscire ad essere consegnata il prima possibile sulla Pipe Layer Vessel “Skandi Navica” di SS7, che operava nel cuore del mare del Nord.

Il trasporto avvenne tramite l'aereo Antonov, l’aereo cargo più grande al mondo mai costruito in serie. La nostra fune occupava oltre la metà del potenziale di carico del potente quadrimotore, con destinazione Stavanger.

Una spedizione analoga si ebbe poi nel 2014 per MacGregor, ma questa volta con destinazione Nigeria. La nostra fune FLEXPACK, di 50 ton e 64 mm ø doveva essere urgentemente istallata sulla Nave Multipurpose/TOV support Vessel “Siem Marlin” operante nel Golfo di Guinea.

Sulle cime delle Alpi svizzere, la fune Redmont7 di 96 ton, del diametro di 58 mm e della lunghezza di 6.970 metri è la prima fune di questo peso e dimensioni trasportata da valle in quota sul comprensorio sciistico di Laax per la realizzazione del nuovo impianto Song Martin - La Siala.

In notturna invece, lungo le strade della Mitteleuropa, il trasporto eccezionale di cavi FLC di Tensostructures della dimensione straordinaria di 150 mm ø, rotoli di fune del diametro di quasi 5 metri occupando entrambi le corsie delle autostrade con il suo ingombrante carico; destinazione Varsavia, per istallazione all’indomani nell’omonimo stadio inaugurato per gli Europei di calcio 2012.